Sig. ADEL SMITH ORA BASTA!

Come era facilmente prevedibile in vista delle elezioni regionali si ritorna a chiedere di togliere il crocifisso dai seggi dove si svolgeranno le votazioni. Autore di questa nuova “Campagna contro il Cristianesimo” Come era facilmente prevedibile in vista delle elezioni regionali si ritorna a chiedere di togliere il crocifisso dai seggi dove si svolgeranno le votazioni. Autore di questa nuova “Campagna contro il Cristianesimo”  è Dario Visconti, che in più occasioni è stato il legale del presidente dell'Unione dei musulmani d'Italia, Adel Smith, “…la presenza del crocifisso lede la libertà di coscienza di chi non crede. “ Ed è proprio questo il fulcro del ricorso che sarà discusso al tribunale dell'Aquila il prossimo 23 marzo. Ad appoggiare Visconti nella sua battaglia non poteva non esserci lo stesso Adel Smith, già si era reso responsabile di un fatto increscioso e vergognoso, gettando il crocifisso dalla finestra dell’ospedale in cui era ricoverata la madre. Sarebbe ora che questo sgradevole personaggio smetta una volta per tutte di fomentare UNO SCONTRO RELIGIOSO che non ha alcuna ragione di esistere e che in Italia NON ESISTE!!
La libertà in un paese non risiede nell’eliminare i simboli della religione e della tradizione di un popolo, ma si misura nel rispetto e nel confronto con le altrui culture  ,fermo restando che ciò non significhi in alcun modo rinunciare alla nostra identità e a quelle radici che fino ad oggi ci hanno garantito una forte sensibilità  per l’accoglienza e la solidarietà.
Ci continueremo a battere su questo argomento perché chi fomenta odio sia “definitivamente messo a tacere” e non torni ogni volta  con la simpatia di certi “politicanti” a  insultare in maniera gratuita e immotivata.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner o cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.