Il nostro Impegno

IL PROGETTO di "Università Europea - Azione Universitaria"

Vogliamo cambiare l'Universita' degli studi di Ancona (Oggi con l'altisonante nome di Università Politecnica delle Marche) per difendere il diritto allo studio e per essere protagonisti nell'Universita'.
Malgrado il cambiamento del nome i problemi sono sempre gli stessi di sempre:
 

  • parcheggi stracolmi
  • aule affollate
  • tasse in aumento
  • servizi pressochè inesistenti.

L'unica cosa che cambia ogni anno è l'importo delle tasse
che ovviamente è sempre e solo in aumento.

L'ultima riforma 3+2 Zecchino-Berlinguer ha solamente aumentato la confusione tra gli studenti (Tra materie del vecchio e del nuovo ordinamento, esami cancellati e corsi disattivati e possibilità di una futura riforma Moratti con percorso a Y)

La 3+2, una riforma realizzata per creare solo nuove cattedre da assegnare poi agli "amici degli amici".
Una raccolta punti per laurearsi come per le merendine...
in premio la disoccupazione.
Per questo e per mille altri motivi vogliamo
un'Università diversa...

Vogliamo una reale applicazione del diritto allo studio.
Vogliamo professori che facciano i professori.
Vogliamo gli alloggi per gli studenti fuori sede.
Vogliamo una vera politica di sostegno per i portatori di handicap.
Vogliamo una cultura d'impresa che avvicini lo studente al mondo del lavoro
Vogliamo una commissione che vigili sui fondi destinati ai servizi.

Oltre e non prepararci minimamente al mondo del lavoro, quest'Università ci allontana sempre più dagli altri.
Lezioni, file interminabili, esami.

A questo grigiore,
a questa monotonia,
noi ciribelliamo.

Sostieni il nostro movimento:

 

Partecipa attivamente alle attività di rappresentanza studentesca.
Suggerisci miglioramenti e denuncia le eventuali irregolarità di cui vieni a conoscenza.
Esprimi il tuo voto durante le elezioni universitarie: è un tuo Diritto.

 


Oltre a questo in Università Europea - Azione Universitaria esiste anche una forte corrente nazionalista e sociale

  • Vogliamo riscoprire l'identita' nazionale e il senso profodo della parola PATRIA
  • Vogliamo emozionarci davanti a un tricolore o al ricordo di Falcone e Borsellino.
  • Vogliamo le riforme istutuzionali, un nuovo modello di difesa, una politica di riarmo incisiva e una politica estera autonoma per assumere un ruolo di primo piano a livello internazionale.
  • Vogliamo ridare dignità al nostro popolo nella sua diversita' ed unita'.

Tutto questo in un'Europa unificata da comuni radici (quelle Cristiane, vigliaccamente taciute dalla Nuova Costituzione Europea), dal medesimo destino e dal suo essere nazione.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner o cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.