Articoli

CLASSIFICA – I 10 oggetti usati da una studentessa sotto esame CorriereUniv.it – Corriere dell'Università Job

Dicembre e gennaio, si sa, è tempo di prove universitarie. E allora perché non imbattersi nella classifica dei 10 oggetti preferiti da una studentessa sotto esame? Ecco a voi tutti i dettagli, nella graduatoria speciale stilata dal sito Le dieci   10° POSTO – IL MOLLETTONE Strumento classico di una studentessa sotto esame, facilmente sostituibile con una penna, una matita, un portachiavi, una chiave abbastanza lunga, una chiave inglese, o qualsiasi oggetto di dimensione simile. La sua funzione è quella di raccogliere alla buona tutti i capelli e imprigionarli sulla testa.   9° POSTO: GLI OCCHIALI ALLA FILINI Abbasso la bellezza, qui è in gioco la sessione invernale! Le studentesse sotto esame sono solite indossare occhiali con montatura doppia, tripla, quadrupla, in stile Filini, per capirci. Sono uno dei simboli della disperazione pre-esame, quella che ti porta a rinchiuderti in casa e a farti divorare dall’Ansia, quella con la A maiuscola.   8° POSTO: IL PALLORE Il pallore ci mostra fino a che punto il corpo può capire l’anima   7° POSTO: CAFFE’ ED ENERGY DRINK Il modo migliore per tenere su le palpebre? Un caffè, magari due, ma anche tre. E perché non aggiungere qualche buona dose di energy drink, giusto per risollevare lo spirito? Ma occhio alle dosi: non tutti hanno il fisico di Baumgartner, e qualcuno potrebbe restarci sotto.   6° POSTO: L’APPARECCHIATURA TECNICA Il reparto cancelleria rimane un must tutto al femminile. I libri delle studentesse, a parte rarissime eccezioni, sono sottolineati con righello, evidenziatore, livelli e strati a più colori a seconda dell’importanza delle parole. Un’architettura tutta temperino e matita, quadretti, asterischi e note precise. Senza sforare nemmeno di un millimetro.   5° POSTO: I CALZETTONI Ebbene sì. Preparatevi a incontrare qualsiasi studentessa sotto esame in pantofole e calzettoni. Niente estetica, solo comodità.   4° POSTO: LA SIGARETTA La sigaretta è d’obbligo, non c’è alcun dubbio. La pausa sigaretta arriva a dettare i tempi dello studio: pacchetti sparsi per la stanza, fumo imprigionato tra le mura, cenere sparsa a chiazze libere. Ecco a voi la sala studio della studentessa sotto esame.   3° POSTO: LA TUTA  Simbolo di disperazione, quando la studentessa indossa la tuta, l’Ansia è arrivata già fino alla gola. Dalle varianti diverse e sterminate, le tute funzionano da autoconvincimento per le studentesse che evitano di affrontare il mondo esterno, beatamente coccolate dalla comodità della propria stanza.   2° POSTO: IL PIGIAMONE (24 ORE SU 24)  Variante estrema per le studentesse in crisi di nervi pre-esame. Spesso si adopera nelle giornate immediatamente prima della prova: rappresenta una resa incondizionata al declassamento fisico e morale. Al diavolo l’estetica, al diavolo la femminilità, qui conta studiare. E i giorni sono pochi. Aiuto.   1° POSTO: I BAFFETTI… Si’, avete capito bene. Non c’è limite all’abbandono. Non ci si preoccupa più di nulla: e allora eccoli spuntare qua e là, indisturbati, a testimoniare lo Studio che ha preso il sopravvento di mente e corpo.   Leggi le altre classifiche di CorriereUniv: Le 10 domande da non fare MAI  a uno studente sotto esame   I 10 tipi di esami universitari in cui ti sei imbattuto una volta nella vita Le dieci regole da seguire per creare il profilo perfetto su LinkedIn I 20 buoni motivi per cui un laureato non deve lasciare l’Italia La classifica delle battute più celebri su Spotted  Le 10 Università al mondo dove accadono fenomeni paranormali I 10 divieti più assurdi nelle scuole americane  

Read more http://feedproxy.google.com/~r/CorriereUniversita/~3/NhNOLdx_dXQ/

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner o cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.