ITS, l’80% dei diplomati lavora a un anno dal diploma. Presentato al Miur il Monitoraggio nazionale 2019 maggio 15th, 2019 OPPORTUNITA' 0

“Gli Istituti Tecnici Superiori rappresentano un segmento relativamente giovane del nostro sistema formativo, che ha già dimostrato di essere una punta di eccellenza: il numero degli iscritti a queste realtà aumenta di anno in anno, a testimonianza dell’alta qualità dell’offerta formativa e della garanzia di un quasi immediato ingresso nel mondo del lavoro. Come Governo sosteniamo convintamente queste istituzioni: il nostro Paese ha bisogno di tecnici qualificati in grado di inserirsi nei settori strategici del sistema economico-produttivo. Ho firmato il decreto che stanzia 32 milioni di euro che le Regioni potranno destinare al fondo per il finanziamento degli ITS. Con largo anticipo rispetto al termine che la legge fissava a settembre. Grazie a questo provvedimento, ci saranno a disposizione 10 milioni in più rispetto all’anno precedente. Ventidue potranno essere erogati subito, mentre la quota rimanente sarà utilizzata a titolo di premialità. Con queste risorse, saranno circa 3.000 i giovani in più che, terminata la Scuola secondaria di secondo grado, potranno accedere agli Istituti Tecnici Superiori. Il nostro obiettivo è far sì che ciascun ragazzo trovi la propria strada. E costruire un legame tra formazione e lavoro”. Così il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, in un messaggio di saluto rivolto ai partecipanti all’evento di presentazione dei dati del Monitoraggio nazionale 2019 sul Sistema ITS (Istituti Tecnici Superiori), che si è tenuto al MIUR. Nel corso della conferenza sono intervenuti Giovanni Biondi, Presidente di Indire, l’Istituto che ha realizzato il monitoraggio, Carmela Palumbo, Capo Dipartimento per il sistema educativo di Istruzione e Formazione, Maria Assunta Palermo, Direttore Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione, Cristina Grieco, Assessore per l’Istruzione e la Formazione della Regione Toscana e Responsabile del Coordinamento Tecnico della IX Commissione della Conferenza dei Presidenti delle Regioni. I dati del monitoraggioLa rilevazione si è concentrata sugli esiti occupazionali a dodici mesi dal diploma per le studentesse e gli studenti che hanno concluso i percorsi presso gli ITS fra il primo gennaio e il 31 dicembre 2017 e ha riguardato 139 percorsi ITS erogati da 73 Fondazioni ITS su 103 costituite, 3.367 iscritti e 2.601 diplomati. L’80% dei diplomati (2.068) ha trovato lavoro entro un anno dal diploma, nel 90% dei casi (1.860) in un’area coerente con il percorso di studi concluso. Del 20% dei non occupati o in altra condizione, il 10,3% non ha trovato lavoro, il 4,8% si è iscritto a un percorso universitario, il 2,1% è in tirocinio extracurricolare e il 2,8% è risultato irreperibile. Quanto alle tipologie di contratto, il 49,3% degli occupati è stato assunto con contratto a tempo determinato o lavoro autonomo in regime agevolato: questa è stata la tipologia contrattuale più utilizzata in tutte le aree tecnologiche. Uniche due eccezioni Mobilità sostenibile, per la quale prevale il contratto a tempo indeterminato o lavoro autonomo in regime ordinario e Tecnologie dell’informazione e della comunicazione, area nella quale prevale l’apprendistato. La distribuzione del tasso percentuale di occupati per area tecnologica mostra che le aree tecnologiche con le migliori performance occupazionali sono Mobilità sostenibile (83,4%) e Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (82,5%). Tra gli ambiti del Made in Italy, Sistema meccanica (91,9%) e Sistema moda (86,3%) ottengono i migliori risultati. Esiti occupazionali meno significativi si registrano per Efficienza energetica (72,2%), Nuove tecnologie della vita (72,7%) e, per gli ambiti del Made in Italy, Sistema casa (57%). Il 45% dei percorsi formativi (62 sui 139 monitorati) ha avuto accesso alla premialità. Le aree tecnologiche con il rapporto più alto tra percorsi premiati e percorsi monitorati per le Nuove tecnologie per il Made in Italy sono Sistema meccanica (86,3%) e Sistema Moda (62,5%). Per il restante delle aree tecnologiche: Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (69,2%) e Mobilità sostenibile (61,1%). Le Regioni con il maggior numero di percorsi premiati sono la Lombardia (con 12 percorsi), il Veneto (con 12 percorsi) e l’Emilia-Romagna (con 8 percorsi). Gli studentiGli studenti sono giovani di età compresa tra i 20 e i 24 anni (il 44,9%) e 18 e 19 anni (il 32,3%), in prevalenza maschi (il 72,6%), provenienti dagli Istituti tecnici (il 62,3%). Rilevante la percentuale di iscritti con diploma liceale (21,3%). Un dato interessante è relativo ai fuori sede: il 13,3% degli iscritti risiede in una regione diversa rispetto a quella della sede del percorso. È molto elevata la percentuale per l’area tecnologica della Mobilità sostenibile (33%). La partecipazione delle impreseGli esiti del Monitoraggio nazionale 2019 sottolineano l’efficacia e la stabilità del canale formativo terziario professionalizzante degli ITS, che si confermano una delle novità più significative nel panorama della formazione terziaria professionalizzante. Una novità che ha convinto le imprese. I dati dimostrano che gli ITS rispondono a un bisogno reale delle imprese e colgono le diverse tendenze del mercato del lavoro. Infatti, il partenariato delle Fondazioni ITS coinvolte nel monitoraggio è costituito per il 37,4% da imprese. Nelle attività di stage le imprese coinvolte sono state 2.467 (ricorrenze). Nel 30% dei percorsi realizzati, le tecnologie abilitanti 4.0 sono utilizzate nelle attività didattiche come strumenti per realizzare prodotti. Il saluto del Ministro BussettiLa sintesiIl monitoraggioInfografica Percorsi conclusi al 31 dicembre 2017Infografica Confronto percorsi conclusi negli anni 2013-2017Infografica Distribuzione territoriale degli ITS

Read more http://feedproxy.google.com/~r/CorriereUniversita/~3/88ujZo5Gsg0/

  • Universiadi, Napoli passa il testimone a Chengdu portando a casa 44 medaglie - CorriereUniv.it

    L’Italia vince di squadra. Nelle 24 ore finali del programma delle Universiadi abbiamo conquistato l’oro nella pallanuoto e nella pallavolo maschile, un segno in controtendenza rispetto a un medagliere che è stato soprattutto femminile. Chiudiamo con 44 medaglie di cui 15 d’oro. Avevamo fatto di meglio soltanto nella prima edizione, quella di...
  • “Uj4Kids”: Umbria Jazz entra nelle scuole primarie - CorriereUniv.it

    “Maestra, allora è jazz” è il titolo di una masterclass gratuita dedicata alle tecniche vocali ed aperta ai docenti delle scuole primarie in programma domani 16 luglio a Perugia durante Umbria Jazz. In questa 47/a edizione è stata inaugurata una sezione chiamata “Uj4Kids”, l’organizzazione del festival si avvale della collaborazione dell’Associa...
  • In Italia è boom di certificazioni per dislessia: sono 177 mila - CorriereUniv.it

    Più di tre studenti su 100, nelle scuole italiane, presentano problemi nella lettura, nella scrittura o nei calcoli: rappresentano un crescendo dalle proporzioni enormi. Le certificazioni dei cosiddetti Dsa, disturbi specifici dell’apprendimento, in soli 7 anni sono aumentate del 450%: nell’anno scolastico 2010-2011 i ragazzi dislessici o disgra...
  • Presidi, riparte il concorso per assumere quasi tremila dirigenti della scuola

    Il Consiglio di Stato ha accolto l'appello del ministero: "Prioritario consentire le assunzioni dal primo settembre". Bussetti: "Bene la sospensiva, ora procederemo senza indugio". Ma i nuovi saranno assunti con riserva...
  • Premio Fondazione Alamo: concorso per giovani imprenditori - CorriereUniv.it

    Avete un’idea imprenditoriale da far conoscere e realizzare? La Fondazione Alamo di Milano presenta il concorso creativo Premio Alamo 2019 per giovani imprenditori dalle idee brillanti che desiderano avviare un’attività imprenditoriale. Saranno assegnati 3 premi in denaro e altri riconoscimenti. Il primo premio ha il valore di 10.000 euro. È possib...
  • Tirocini Comitato Economico e Sociale Europeo: Stage 2020 - CorriereUniv.it

    Sono aperte le candidature per partecipare agli stage CESE 2020. Si tratta dei tirocini offerti dal Comitato Economico e Sociale Europeo presso la propria sede di Bruxelles, in Belgio. I percorsi di formazione e lavoro sono rivolti a laureati e studenti universitari, e possono essere retribuiti o non retribuiti. Ecco cosa sapere e come candidars...
  • Scuola, pubblicata graduatoria per la progettazione di interventi sull’edilizia - CorriereUniv.it

    Online anche il bando da 120 milioni per le aree colpite dal sisma Nuove risorse per l’edilizia scolastica e stanziamenti ad hoc per le aree terremotate. È disponibile da oggi, infatti, sul sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la graduatoria dei 323 Enti locali ammessi al finanziamento per la progettazione di interve...
  • Myllennium Award 2019: premiati oltre 30 giovani - CorriereUniv.it

    Consegnati i riconoscimenti a oltre 30 giovani vincitori tra le otto categorie del premio giunto alla quinta edizione. Le application per la quinta edizione sono state 170. Da quest’anno anche i vincitori della nuova categoria MySport. Realizzata per l’occasione una ricerca con Episteme che confronta i millennials coi coetanei del 1988, su come è...
  • Magna Università della terza età e Facoltà di parapsicologia, crescono le false accademie

    In un libro del Centro Cimea (Unesco) il panorama delle 143 fabbriche dell'Alta formazione finta in Italia. Nel mondo sono 1.300. "Un giro d'affari miliardario"...
  • Universiadi 2019: l’Italia fa incetta di medaglie - CorriereUniv.it

    L’Italia vola nel medagliere arrivando a quota 36 medaglie, con 11 ori, 10 argenti, e 15 bronzi, superando le medaglie vinte a Taipei 2017. In quella edizione l’Italia riuscì a racimolare 32 medaglie, obiettivo dichiarato della vigilia.   L’Italia ha sempre partecipato, con una sua rappresentativa, a tutte le edizioni delle ...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner o cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.