Il 23 maggio oltre 70.000 studenti insieme contro le mafie. Pronta a salpare la Nave della Legalità CorriereUniv.it – Corriere dell'Università Job

Saranno oltre 70.000 gli studenti che il prossimo 23 maggio parteciperanno alla manifestazione #PalermoChiamaItalia per dire in coro, a gran voce, “no a tutte le mafie” e per ricordare gli attentati in cui persero la vita i giudici Paolo Borsellino, Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli agenti delle loro scorte Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Rocco Dicillo, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi, Antonio Montinaro, Vito Schifani, Claudio Traina. La manifestazione è promossa dal 2002 dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e dalla Fondazione Falcone e si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati. Rientra in un percorso promosso dal MIUR per incoraggiare nelle scuole attività didattiche mirate alla cultura del rispetto e della legalità e per una cittadinanza attiva e responsabile. #PalermoChiamaItalia è realizzata anche grazie alla fattiva e quotidiana collaborazione fornita da Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza. L’evento in questi anni è andato arricchendosi di importanti contributi grazie agli accordi firmati con l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), la Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, il Consiglio Superiore della Magistratura (CSM), l’Associazione Nazionale Magistrati (ANM). Le principali iniziative legate alla commemorazione saranno il 23 maggio a Palermo, nel giorno dell’anniversario della strage di Capaci. Le celebrazioni istituzionali si terranno nell’Aula Bunker dell’Ucciardone, luogo simbolo del Maxiprocesso a Cosa Nostra, e saranno trasmesse in diretta televisiva su Rai Uno dalle ore 10.00. Sono previste, poi, attività nelle piazze e nelle scuole della città. Nel pomeriggio partiranno i due tradizionali cortei di #PalermoChiamaItalia, che vedono protagonisti gli studenti ma che saranno aperti a tutta la città: il primo si muoverà alle ore 15.30 da via D’Amelio, il secondo alle ore 16.00 dall’Aula Bunker. Entrambi si ricongiungeranno sotto l’Albero Falcone, in via Notarbartolo, per il Silenzio, alle 17.58, l’ora della strage di Capaci. A Palermo ci saranno gli studenti siciliani, ma anche i circa 1.500 ragazzi che arriveranno, nella prima mattinata, con la Nave della Legalità che salperà il pomeriggio del giorno precedente dal porto di Civitavecchia. A salutare la partenza della Nave sarà il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. La cerimonia è realizzata grazie alla collaborazione dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, presieduta da Francesco Maria Di Majo. Il viaggio è reso possibile grazie alla collaborazione con Grandi Navi Veloci (GNV). Il “no” alle mafie verrà rilanciato il 23 maggio in molte città italiane, in una sorta di “staffetta” a distanza tra gli studenti, con iniziative sui temi della legalità (concerti, dibattiti, proiezioni, performance teatrali, gare, ecc.). A coordinare le attività nelle città coinvolte saranno gli Uffici Scolastici Regionali. “Quella che vedremo il 23 maggio a Palermo e in centinaia di istituti in tutta Italia sarà una ‘scuola viva’. Animata dall’insegnamento di importanti servitori del nostro Stato che hanno dato la vita per liberare il loro Paese dalla mafia, come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. E da valori di giustizia e di rispetto che devono trovare concretezza nella nostra quotidianità”, spiega il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti. “A 27 anni di distanza, continuiamo a ricordare questi martiri del nostro Stato perché la loro testimonianza e il loro sacrificio non vadano perduti. Perché le nuove generazioni sappiano che l’Italia del 2019 è debitrice nei confronti di quegli uomini. E che ancora tanto rimane da fare: le nostre società hanno anticorpi per reagire al fenomeno mafioso, alla violenza, alla sopraffazione. Ma non ne sono immuni. Ed è per questo che dobbiamo investire sull’educazione dei nostri giovani: diffondere la cultura del rispetto e della legalità è fondamentale se vogliamo costruire una comunità giusta e in pace”. “Nessuno di noi”, racconta Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, “quel 23 maggio di 27 anni fa avrebbe immaginato che un giorno tragico, un giorno di dolore e lutto, sarebbe stato l’avvio di una trasformazione profonda del nostro Paese, l’inizio di un percorso che migliaia di studenti, migliaia di persone hanno da allora intrapreso portando avanti le idee di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e di tutti gli uomini e le donne dello Stato che sono morti per mano della mafia. Vedere ogni anno Palermo ‘invasa’ dai ragazzi che partecipano alle manifestazioni organizzate per l’anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio è una gioia immensa e al tempo stesso la dimostrazione che il lavoro quotidiano nelle scuole e nelle Università che la Fondazione Falcone e il Miur svolgono ha un valore inestimabile e rappresenta lo strumento più efficace per creare una coscienza antimafiosa nelle nuove generazioni. Solo una rivoluzione culturale profonda consente di vincere la battaglia contro la criminalità organizzata”. Il tema dell’edizione di quest’anno di #PalermoChiamaItalia è dedicato alla Convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata transnazionale, firmata a Palermo nel 2000. La Convenzione, chiamata anche “Convenzione di Palermo”, è entrata in vigore il 29 settembre 2003 ed è stata ratificata da 189 Stati. Alla Convenzione è intitolato anche il concorso nazionale per questo anno scolastico dal titolo: “Follow the money. Da Giovanni Falcone alla Convenzione Onu di Palermo contro la criminalità organizzata transnazionale”. I migliori elaborati degli studenti saranno premiati durante la cerimonia in Aula Bunker. Il MIUR e la Fondazione Falcone uniranno le piazze di #PalermoChiamaItalia e tutte le scuole che vorranno partecipare facendo sentire la loro voce per dire “no” alle mafie utilizzando anche i canali social. Sui profili twitter @MiurSocial e @23maggioItalia ci saranno le dirette degli eventi raccontati attraverso gli hasthag #23maggio, #PalermoChiamaItalia e #navedellalegalità. Gli eventi potranno essere seguiti sulle pagine Facebooke Instagram del MIUR e di #PalermoChiamaItalia.  Per ulteriori informazioni e dettagli sul programma è possibile consultare le pagine www.miur.gov.it e www.fondazionefalcone.it. Sui due siti saranno progressivamente caricati materiali, foto, schede.

Read more http://feedproxy.google.com/~r/CorriereUniversita/~3/2D3_YWMCM40/

  • Universiadi, Napoli passa il testimone a Chengdu portando a casa 44 medaglie - CorriereUniv.it

    L’Italia vince di squadra. Nelle 24 ore finali del programma delle Universiadi abbiamo conquistato l’oro nella pallanuoto e nella pallavolo maschile, un segno in controtendenza rispetto a un medagliere che è stato soprattutto femminile. Chiudiamo con 44 medaglie di cui 15 d’oro. Avevamo fatto di meglio soltanto nella prima edizione, quella di...
  • “Uj4Kids”: Umbria Jazz entra nelle scuole primarie - CorriereUniv.it

    “Maestra, allora è jazz” è il titolo di una masterclass gratuita dedicata alle tecniche vocali ed aperta ai docenti delle scuole primarie in programma domani 16 luglio a Perugia durante Umbria Jazz. In questa 47/a edizione è stata inaugurata una sezione chiamata “Uj4Kids”, l’organizzazione del festival si avvale della collaborazione dell’Associa...
  • In Italia è boom di certificazioni per dislessia: sono 177 mila - CorriereUniv.it

    Più di tre studenti su 100, nelle scuole italiane, presentano problemi nella lettura, nella scrittura o nei calcoli: rappresentano un crescendo dalle proporzioni enormi. Le certificazioni dei cosiddetti Dsa, disturbi specifici dell’apprendimento, in soli 7 anni sono aumentate del 450%: nell’anno scolastico 2010-2011 i ragazzi dislessici o disgra...
  • Presidi, riparte il concorso per assumere quasi tremila dirigenti della scuola

    Il Consiglio di Stato ha accolto l'appello del ministero: "Prioritario consentire le assunzioni dal primo settembre". Bussetti: "Bene la sospensiva, ora procederemo senza indugio". Ma i nuovi saranno assunti con riserva...
  • Premio Fondazione Alamo: concorso per giovani imprenditori - CorriereUniv.it

    Avete un’idea imprenditoriale da far conoscere e realizzare? La Fondazione Alamo di Milano presenta il concorso creativo Premio Alamo 2019 per giovani imprenditori dalle idee brillanti che desiderano avviare un’attività imprenditoriale. Saranno assegnati 3 premi in denaro e altri riconoscimenti. Il primo premio ha il valore di 10.000 euro. È possib...
  • Tirocini Comitato Economico e Sociale Europeo: Stage 2020 - CorriereUniv.it

    Sono aperte le candidature per partecipare agli stage CESE 2020. Si tratta dei tirocini offerti dal Comitato Economico e Sociale Europeo presso la propria sede di Bruxelles, in Belgio. I percorsi di formazione e lavoro sono rivolti a laureati e studenti universitari, e possono essere retribuiti o non retribuiti. Ecco cosa sapere e come candidars...
  • Scuola, pubblicata graduatoria per la progettazione di interventi sull’edilizia - CorriereUniv.it

    Online anche il bando da 120 milioni per le aree colpite dal sisma Nuove risorse per l’edilizia scolastica e stanziamenti ad hoc per le aree terremotate. È disponibile da oggi, infatti, sul sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la graduatoria dei 323 Enti locali ammessi al finanziamento per la progettazione di interve...
  • Myllennium Award 2019: premiati oltre 30 giovani - CorriereUniv.it

    Consegnati i riconoscimenti a oltre 30 giovani vincitori tra le otto categorie del premio giunto alla quinta edizione. Le application per la quinta edizione sono state 170. Da quest’anno anche i vincitori della nuova categoria MySport. Realizzata per l’occasione una ricerca con Episteme che confronta i millennials coi coetanei del 1988, su come è...
  • Magna Università della terza età e Facoltà di parapsicologia, crescono le false accademie

    In un libro del Centro Cimea (Unesco) il panorama delle 143 fabbriche dell'Alta formazione finta in Italia. Nel mondo sono 1.300. "Un giro d'affari miliardario"...
  • Universiadi 2019: l’Italia fa incetta di medaglie - CorriereUniv.it

    L’Italia vola nel medagliere arrivando a quota 36 medaglie, con 11 ori, 10 argenti, e 15 bronzi, superando le medaglie vinte a Taipei 2017. In quella edizione l’Italia riuscì a racimolare 32 medaglie, obiettivo dichiarato della vigilia.   L’Italia ha sempre partecipato, con una sua rappresentativa, a tutte le edizioni delle ...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner o cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.