Articoli

“Vogliamo avere le stesse possibilità degli altri” CorriereUniv.it – Corriere dell'Università Job

Cosa avete ottenuto finora dal Miur? Per il momento la possibilità aperta per i dottori di ricerca è quella di accedere ai PAS, però solo ai fini abilitativi e non per l’accesso. Mentre i precari alla fine di questi percorsi dovrebbero essere immessi in ruolo nei posizioni lavorative che già occupano. Una lotta tra poveri insomma, con il paradosso che molti dottori di ricerca non sono più così giovani. Cosa chiedete al ministro Bussetti?  Un equo concorso. Poter accedere alla pari, sia ad un concorso ordinario, sia ai PAS, facendo tutti le stesse prove e superando lo stesso esame. Invece qui sembra che i dottori di ricerca debbano partire con una palla al piede, una martellata sul ginocchio. L’accesso comporterebbe anche un potere contrattuale dei ricercatori verso gli Atenei? Certamente. Se si avessero due alternative alla pari, docenza accademica e docenza scolastica, si potrebbe scegliere liberamente o fare entrambi come il vecchio doppio canale per cui i docenti universitari potevano insegnare a scuola o viceversa con una piena legittimazione della scuola che invece oggi viene vista più come un ammortizzatore sociale e ci si lamenta della figura dell’insegnante. Tale libertà porterebbe sicuramente un potere contrattuale maggiore verso l’università, perché potrebbe rifiutarsi di sottostare a contratti a rimborso spese di 4mila euro l’anno. La scuola per molti non è un ripiego perché tanti di noi hanno la vocazione all’insegnamento. Ma anche qui: l’accesso è quasi più difficile che nell’ambiente universitario. E si finisce con il fare altro perdendo questa ricchezza di capitale umano che all’estero viene valorizzata.  Purtroppo è così. Ci sono dottori di ricerca che ancora sono sostenuti dalle proprie famiglie o che si sono dovuti adattare a fare lavori non attinenti con i loro studi, con tutto lo spreco per lo stato e la collettività che ha speso centinaia di migliaia di euro per formarli, questo non va dimenticato. Oppure scappare all’estero. I famosi “cervelli in fuga”, che per necessità emigrano e vanno a dare le proprie competenze in altri paesi che poi cercano, giustamente, di tenerseli stretti. Basti pensare che in Germania, dove ogni anno accedono circa 30mila persone al dottorato – in Italia sono 10mila – che poi spesso accedono direttamente al mondo delle aziende e non in quello accademico, dove portano le loro conoscenze e la loro esperienza maturata. Questo perché il dottore di ricerca è una delle figure probabilmente più indicate per poter trasmettere il know-how alle nuove generazioni. Prevedete di organizzare iniziative di sensibilizzazione? Ci stiamo confrontando per avviare dei dibattiti pubblici perché ci rendiamo conto che questa problematica non è ben chiara all’opinione pubblica. Anche perché questa indifferenza ed incertezza causa profonde sofferenze in primis a noi. Una doccia gelata e lo scontro con la realtà fa sempre bene ma nel lungo periodo è svilente. Anche per il Paese, perché uno pensa di poter contribuire alla collettività; a maggior ragione nella scuola dove oggi servono prospettive nuove e diverse. Perché se si immettono nel circuito scolastico esperienze diverse: dottorati, insegnanti di lungo corso, tecnici, chi ha studiato all’estero o chi ha lavorato nel privato. Questo permetterebbe di offrire ai ragazzi un ventaglio di conoscenze che attutirebbe lo scontro che avranno con una realtà a cui oggi non sono preparati. La lettera scarlatta dei Dottori di ricerca

Read more http://feedproxy.google.com/~r/CorriereUniversita/~3/uprN8j_NIPs/

  • Salva educazione civica: pubblicato il decreto - CorriereUniv.it

    Arriva in Gazzetta ufficiale la legge, la n. 92 del 20 agosto 2019, che reintroduce nelle scuole italiane l’educazione civica. Il provvedimento, pubblicato il 21 agosto in Gazzetta, entra in vigore i primi di settembre. Ora è corsa contro il tempo da parte del Miur per far scattare le novità già a partire dall’anno scolastico che inizia a settemb...
  • Fondi in favore dell'attività sportiva universitaria - CorriereUniv.it

    Contributo Legge n. 394/77 – Esercizio Finanziario 2019 Capitolo MIUR 1709 Pubblicato il D.D. n.25103 del 22.7.2019è E’ impegnata la somma di €.6.065.000,00 sul Cap. 1709 del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca per l’esercizio 2019 a favore degli Atenei e per le somme di fianco a ciascuno di essi indicate, di cui all’alle...
  • Zara Lavora con noi: posizioni aperte, come candidarsi - CorriereUniv.it

    Vi piacerebbe lavorare nei negozi Zara? La nota catena di abbigliamento fast fashion è alla ricerca di addetti vendita, vetrinisti, visual merchandiser e responsabili per varie sedi in Italia. Zara utilizza, come canale preferenziale di recruiting, la piattaforma web riservata alle carriere e selezioni, sulla quale vengono pubblicate le offerte di...
  • Crisi di governo, Conte rassegna le dimissioni. Al via domani le consultazioni - CorriereUniv.it

    Conte nella sua replica, che precede la sue dimissioni nelle mani di Mattarella al Quirinale, ha detto: “Io non rinnego nulla, non è nel mio stile. Vorrei solo ricordare, se parliamo di politiche sull’immigrazione, che nel mio primo intervento europeo ho portato un’articolata proposta, con alta considerazione di questi sbarchi...
  • Maturità, pubblicato il calendario con le date delle prove scritte per l’anno scolastico 2019/2020 - CorriereUniv.it

    È disponibile sul sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca il calendario con le date delle prove scritte della Maturità 2020. La prima prova scritta si terrà su tutto il territorio nazionale mercoledì 17 giugno 2020 alle 8.30. La seconda prova si svolgerà, come di consueto, il giorno seguente, giovedì 18 giugno, sempre a...
  • Bradley Cooper e Kourtney Kardashian: cos’hanno in comune? Una laurea - CorriereUniv.it

    Forse non lo useranno mai per trovare un lavoro visto che sono tutti ricchi e famosi, ma Hollywood è piena di divi con un titolo di studi che non ti aspetti. I laureati famosi sono tantissimi: dall’avvocato Gerard Butler alla psicologa Natalie Portman fino alle ricercatrici Mayim Bialik e Lisa Kudrow. Ecco i “dottori” celebri. Considerando il loro...
  • Facebook Lavora con noi: selezioni in corso - CorriereUniv.it

    Il colosso dei social network, targato Silicon Valley, offre interessanti opportunità di lavoro. Si ricercano varie figure per assunzioni in Italia e all’estero. Di seguito vi presentiamo le selezioni in corso e come candidarsi alle offerte di lavoro Facebook. Vi diamo anche informazioni utili sull’azienda e le opportunità di carriera. Perio...
  • Classifica Arwu: Sapienza primo ateneo tra gli italiani - CorriereUniv.it

    La Sapienza si conferma tra le migliori università al mondo e prima università italiana. Il 15 agosto 2019 la ShanghaiRanking Consultancy, organizzazione indipendente di ricerca sull’istruzione superiore, ha pubblicato la classifica internazionale Academic Ranking of World Universities 2019 (Arwu) che presenta le 1000 migliori università (500 fino...
  • «Oscar dell’Istruzione»: 50mila dollari alle università più innovative - CorriereUniv.it

    La posta in gioco per chi vince gli Oscar dell’Istruzione è un premio da 50mila dollari, che serviranno a finanziare i migliori progetti che contribuiscono alla crescita culturale e al successo degli studenti. Arrivati alla sesta edizione, gli «Oscars of Education» 2019, organizzati dalla Wharton Business School e dalla società Qs-Quacquarelli Symo...
  • Italo Treno Lavora con noi: selezioni in corso - CorriereUniv.it

    NTV cerca periodicamente personale per assunzioni e stage. Il Gruppo sta portando avanti un nuovo programma di espansione in Italia che porterà oltre 150 assunzioni entro il 2020.  Periodicamente Nuovo Trasporto Viaggiatori offre opportunità di lavoro sui treni Italo e nel personale di terra. Le selezioni sono rivolte anche a giovani senza esperien...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner o cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.