Scuola, per il Cdm la stabilizzazione dei precari è "salvo intese"

In un Consiglio dei ministri – martedì 6 agosto – che ha deciso di prorogare l’attività del Garante della privacy, fare tre nomine (agli Esteri, alla Difesa e alla Corte dei Conti), sciogliere un comune del Palermitano (Torretta) ma prorogare lo scioglimento di altri cinque tra Sicilia, Calabria e Puglia, la questione centrale era il Decreto scuola e la stabilizzazione di 79 mila precari (55 mila attraverso un Percorso universitario di un anno che li porterà all’abilitazione, altri 24 mila attraverso un concorso straordinario da tenere entro il 2019 con scritto selettivo e orale no).Le minacce dell’ala “anti-sanatoria” del Movimento 5 Stelle avevano fatto temere il blocco del Decreto scuola, ma ieri sera alle 23,10 il ministro Bussetti – che entrando a Palazzo Chigi aveva assicurato i sindacati: “Mi batterò come un leone” – ha scritto su Facebook: “Il via libera salvo intese in Consiglio dei ministri al Decreto scuola è un'ottima notizia. È un atto necessario per garantire la stabilità dell'insegnamento nelle nostre scuole, ridurre il precariato e fornire servizi efficienti agli studenti e alle famiglie. Diamo così seguito agli impegni sottoscritti con il mondo della scuola”. Quindi, parlando all’uscita del Consiglio: “Avvieremo percorsi abilitanti speciali per tutti i docenti che negli ultimi otto anni hanno svolto almeno trentasei mesi di insegnamento e avvieremo procedure concorsuali". Il problema è che il suo hashtag di propaganda, #dalleparoleaifatti, era reso nebuloso da quelle due parole spesso utilizzate dalla politica nei Consigli dei ministri: “Salvo intese”. La locuzione, concretamente, in questo caso significa due cose: il Decreto scuola per ora non va in Gazzetta ufficiale e, secondo, ci sono venti giorni di tempo per riscriverlo, modificarlo, aggiungere passaggi e toglierne. Il Miur fa sapere: “Abbiamo utilizzato il “salvo intese” per consentire al Decreto di entrare in Gazzetta a fine agosto e dare al Parlamento, oggi chiuso, venti giorni in più per convertirlo in legge”.È una mezza verità, però. Infatti, nel lungo comunicato di Palazzo Chigi che, come di consueto, fa il punto sulle approvazioni e le impugnazioni in Consiglio dei ministri, di Pas e concorsi straordinari non c’è traccia. Si parla solo delle "assunzioni per l'anno scolastico 2019-2020”: 53.627 unità di personale docente, 2.117 dirigenti scolastici, 7.646 unità di personale Ata e 355 unità di scontate personale educativo. “È stata autorizzata anche la trasformazione a tempo pieno di contratti a tempo parziale di 226 unità di personale Ata". Tutte questioni ormai scontate.Allora? Il Pas è passato o no. Il concorso senza voto all’orale si farà o no? I 79 mila supplenti possono guardare alla prossima cattedra? Nel lungo rapporto-scontro tra Lega e 5 Stelle si aggiunge questo mistero. La deputata Lucia Azzolina, commissione Istruzione, dà la sua interpretazione del “salvo intese”: “Significa che il decreto andrà in Gazzetta ufficiale solo se sarà modificato prevedendo pre-selezioni al Pas”. I 5 Stelle hanno scelto, ecco, di diventare paladini del “no sanatoria”, ma un filtro, la preselezione, a un Percorso di formazione universitario che alla fine ti fornisce l’abilitazione all’insegnamento non ha una logica. Tanto più che questo ministro, con foga altrettanto ideologica nei confronti dei precedenti governi, ha buttato via il famoso Fit che aveva il pregio di provare a qualificare i precari che già sono nelle scuole.rep Ecco, le professioni e le vite di 79 mila supplenti di scuola sono appese a questo “salvo intese”. I ministri Marco Bussetti e Gian Marco Centinaio sono pronti a discutere ancora per trovare l’intesa. Francesco Sinopoli, segretario della Flc Cgil che si è speso per l’accordo con il Governo Conte, che evitò lo sciopero del comparto alla vigilia delle elezioni europee, dice: “Siamo soddisfatti per l’uscita del provvedimento dal Consiglio dei ministri, ora ci auguriamo che motivazioni ideologiche ed elettorali non fermino un provvedimento che non è una sanatoria tout court, non peggiora il livello qualitativo dell’insegnamento della scuola italiana e consente a molti docenti precari di esercitare la loro funzione, così importante, con maggiore serenità”. 101101939-ef52c942-c10d-4452-b981-a445b1a64004.jpg

Read more https://www.repubblica.it/scuola/2019/08/07/news/scuola_per_il_cdm_la_stabilizzazione_dei_precari_e_salvo_intese_-233029743/?rss

  • Facebook Lavora con noi: selezioni in corso - CorriereUniv.it

    Il colosso dei social network, targato Silicon Valley, offre interessanti opportunità di lavoro. Si ricercano varie figure per assunzioni in Italia e all’estero. Di seguito vi presentiamo le selezioni in corso e come candidarsi alle offerte di lavoro Facebook. Vi diamo anche informazioni utili sull’azienda e le opportunità di carriera. Perio...
  • Classifica Arwu: Sapienza primo ateneo tra gli italiani - CorriereUniv.it

    La Sapienza si conferma tra le migliori università al mondo e prima università italiana. Il 15 agosto 2019 la ShanghaiRanking Consultancy, organizzazione indipendente di ricerca sull’istruzione superiore, ha pubblicato la classifica internazionale Academic Ranking of World Universities 2019 (Arwu) che presenta le 1000 migliori università (500 fino...
  • «Oscar dell’Istruzione»: 50mila dollari alle università più innovative - CorriereUniv.it

    La posta in gioco per chi vince gli Oscar dell’Istruzione è un premio da 50mila dollari, che serviranno a finanziare i migliori progetti che contribuiscono alla crescita culturale e al successo degli studenti. Arrivati alla sesta edizione, gli «Oscars of Education» 2019, organizzati dalla Wharton Business School e dalla società Qs-Quacquarelli Symo...
  • Italo Treno Lavora con noi: selezioni in corso - CorriereUniv.it

    NTV cerca periodicamente personale per assunzioni e stage. Il Gruppo sta portando avanti un nuovo programma di espansione in Italia che porterà oltre 150 assunzioni entro il 2020.  Periodicamente Nuovo Trasporto Viaggiatori offre opportunità di lavoro sui treni Italo e nel personale di terra. Le selezioni sono rivolte anche a giovani senza esperien...
  • La crisi mette a rischio il finanziamento della ricerca

    Bloccato il maxi-aumento per il Cnr e gli altri enti. Si ferma anche la riforma dei dottorati...
  • Michael Kors: posizioni aperte e come candidarsi - CorriereUniv.it

    Sono disponibili nuove offerte di lavoro nei negozi del noto fashion brand statunitense situati in Italia. Altre selezioni sono in corso per lavorare nei punti vendita del Gruppo situati all’estero e in sede. Di seguito vi presentiamo le posizioni aperte per le assunzioni Michael Kors. Vi diamo anche informazioni utili sull’azienda e sulle modalità...
  • La Cassazione ferma i super-risarcimenti ai medici specializzandi

    La Corte: "Giusto il solo rimborso spese, è formazione non lavoro". In causa 56 mila clinici, solo nel 2018 lo Stato aveva versato 48 milioni di euro...
  • Enti di ricerca, i finanziamenti crescono di 74 milioni - CorriereUniv.it

    Ci sono 74 milioni in più, per la ricerca italiana. Per gli Enti di ricerca, nello specifico, vigilati (e finanziati) dal ministero dell’Istruzione. Nel Decreto ministeriale, che mercoledì è stato portato in commissione Cultura e Istruzione della Camera per le prime discussioni e che dovrebbe approdare al Consiglio dei ministri del 9 agosto,...
  • Scuola, caos nelle chiamate dei nuovi presidi

    La denuncia dei sindacati: le Regioni procedono in ordine sparso. La Cisl: "Non si escludono ricorsi"...
  • Test di ingresso, pochi giorni per scegliere il proprio futuro - CorriereUniv.it

    Archiviata la maturità, per decine di migliaia di aspiranti matricole si aprono alcune settimane di riposo. Ma neppure molto, visto che agli inizi di settembre si svolgeranno le prove nazionali di selezione per l’accesso ai corsi di laurea in Medicina e Odontoiatria, Architettura e Veterinaria. Chi ha scelto di intraprendere questa strada hanno gi...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner o cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.