Azzolina, la Lega attacca per la tesi copiata. Salvini: "Si vergogni e vada a casa". La replica: "Non ha mai studiato" - CorriereUniv.it

Dagli scranni della Lega il capogruppo alla Camera, Riccardo Molinari, si chiede: “Che dice il Movimento 5 Stelle in merito alle rivelazioni di stampa che accuserebbero di plagio la loro ministra Azzolina? Perché è calato il silenzio, oggi, nel partito che ha sempre gridato allo scandalo e additato, Azzolina in primis, come mostri gli avversari politici nel nome della trasparenza e dell’onestà? Se ha qualcosa da dire Azzolina lo dica, altrimenti chieda scusa e si faccia da parte”. A parlare di dimissioni è anche Rossano Sasso, che dalla commissione Cultura, Scienze e Istruzione della Camera non stenta a silurare l’operato della ministra pentastellata: “Che la nomina (di Azzolina, ndr) si sarebbe rivelata un disastro per la scuola italiana lo avevamo immaginato – dichiara il leghista -, ma il presunto plagio della tesi di specializzazione aggiunge anche il dolo per aver mentito attribuendosi studi non propri. Un fatto gravissimo che, se confermato, oltre a gettare lunghe ombre sulla competenza della ministra 5 Stelle, pesa sulla credibilità e l’affidabilità di un rappresentante di questo governo. Fatto ancora più disdicevole, se si pensa che la Azzolina con il decreto scuola ha tagliato fuori dal percorso abilitante decine di migliaia di precari di Terza fascia, giustificandosi con fantomatici criteri di trasparenza e di merito, proprio lei che adesso su trasparenza e merito è chiamata a fare chiarezza”. “Scuse ufficiali e dimissioni”, chiede anche il senatore leghista e responsabile Istruzione del partito, Mario Pittoni: “Non ci sono alternative, se risulteranno fondate le scorrettezze nella sua tesi di laurea”. La ministra Lucia Azzolina è stata nominata insieme a Gaetano Manfredi – ministro dell’Università – per sostituire Lorenzo Fioramonti dopo la sue dimissioni in polemica per i mancati finanziamenti all’università. “Che il governo giallorosso nutrisse scarsa considerazione per la scuola e l’istruzione era evidente dai tagli in legge di Bilancio, ma la nomina di una ministra che ha fatto con i copia-e-incolla la propria tesi – spiega l’esponente leghista – aggiunge la beffa al danno”. La ministra della Scuola ha alle spalle tre tesi, fra lauree e specializzazioni. Una di queste si intitola: Un caso di ritardo mentale lieve associato a disturbi depressivi, un lavoro di 41 pagine presentato all’Università di Pisa, presso la scuola di specializzazione per l’insegnamento secondario della Toscana. Il primo brano riprende alla lettera un passaggio del Dizionario di Psicologia di Umberto Galimberti, mentre il secondo riproduce un passaggio della voce “ritardo mentale” a cura di Luigi Ravizza, Gabriele Masi, Mara Marchesi e Pietro Pfanner del Trattato italiano di psichiatria. “Onestà” e “competenza” sono i termini più ricorrenti tra le prime reazioni condivise sui social network. “Pessimo esempio per i nostri studenti!”, scrive in un tweet Nicola Calandrini, senatore di Fratelli d’Italia. E su Twitter in tanti ricordano come nel 2017 per un caso simile di presunto plagio l’allora ministra per la Semplificazione Marianna Madia fu criticata soprattutto dal fronte grillino che arrivò a chiederne le dimissioni. C’è poi chi a ragion veduta rammenta che all’estero un plagio simile varrebbe le dimissioni per un ministro, soprattutto se deputato a guidare proprio il dicastero dell’Istruzione. Tra questi l’economista Alberto Bagnai, docente dell’università abruzzese D’Annunzio e di area Lega, che richiama alla memoria il caso del titolare della Difesa tedesco Karl-Theodor zu Guttenberg, costretto a farsi da parte nel 2011 perché accusato di aver copiato quattro anni prima la sua tesi di dottorato. La ministra Lucia Azzolina da Cracovia tenta di sgomberare il campo dalle accuse e dai dubbi: “L’unica cosa che mi dispiace è dover parlare da qui, nel corso del Viaggio della memoria ad Auschwitz. D’altra parte l’anno scorso il ministro leghista Bussetti non si è presentato. E a maggior ragione era importante che io ci fossi oggi”. larepubblica

Read more http://feedproxy.google.com/~r/CorriereUniversita/~3/KNoK-L9PGVw/

  • Assunzione docenti di sostegno, il Miur rischia il commissariamento - CorriereUniv.it

    Quella sulle assunzioni in ruolo dei docenti di sostegno è proprio una delle maggiori emergenze della scuola italiana. Per questo, a distanza di un anno, il Tar Lazio avvisa il Ministero dell’Istruzione: se l’amministrazione non dovesse ottemperare agli obblighi prescritti dalla sentenza n.196/2019 emessa dal Tribunale Amministrativo, scatterà il c...
  • Villamassargia, scuola innovativa - CorriereUniv.it

    Oggi sigla protocollo d’intesa per scuola “Ilaria Alpi” La scuola da zero a sei anni.  Costruita in moda da dare un’istruzione coerente e unitaria dai primi giorni di vita all’ingresso alle elementari. Il test sarà realizzato – per la prima volta in Sardegna, spiegano i protagonisti dell’iniziativa –...
  • #Staycremoso, arriva un'onda di positività per gli studenti universitari napoletani - CorriereUniv.it

    Martedì 28 gennaio, #Staycremoso (la rivoluzione quotidiana firmata Philadelphia) approderà in tre delle principali università di Napoli per alleggerire la giornata a chi sta per affrontare l’ennesima sessione d’esame. A partire dalle ore 13, alcuni ballerini si esibiranno a sorpresa davanti all’Università degli Studi di Napoli “L&#...
  • Esami universitari: le tecniche creative per memorizzare - CorriereUniv.it

    Alcune delle tecniche di memorizzazione più gettonate usate dagli studenti universitari per studiare in meno tempo Gli esami ormai si avvicinano, e per alcuni universitari sono già iniziati. Quante volte ci si ritrova a studiare per ore e ore avendo alla fine la sensazione che in testa non sia rimasto nulla? Questa impressione molte volte risulta v...
  • La crisi dell'Università per stranieri di Perugia tra bilanci in rosso e indagini della Finanza - CorriereUniv.it

    L’Università per stranieri di Perugia si conferma, nel tempo, il peggior ateneo d’Italia (sui sessantun pubblici finanziati con il Fondo ordinario di Stato). Pericolosamente vicino alla soglia dell’inutilità. Le immatricolazioni degli studenti ai corsi 2019-2020, al 31 dicembre scorso, sono state 494. Meno 79 rispetto a...
  • Maltrattamenti su bimbi asilo, arrestate due maestre - CorriereUniv.it

    Due maestre di una scuola dell’infanzia alle porte di Roma sono state arrestate per maltrattamenti ai bambini e si trovano ora ai domiciliari. Per il gip che ha firmato l’ordinanza, le insegnanti sarebbero gravemente indiziate di una serie di violenze, fisiche e psicologiche: schiaffi, urla e offese verbali, all’interno delle...
  • Ict, progetti di ricerca transnazionale: bando per imprese e università - CorriereUniv.it

    Al via il bando Chist – Era IV per progetti di ricerca transnazionali focalizzati sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Information and Communications Technology – Ict). In particolare il bando affronterà le seguenti aree tematiche: Explainable Machine Learning-based Artificial Intelligence Novel Computational Approaches for Env...
  • Aumenti in busta paga da luglio 2020: chi può sorridere per il bonus "pieno" di 100 euro - CorriereUniv.it

    Sono gli impiegati e gli operai (non tutti, ovviamente) a beneficiare maggiormente del taglio del cuneo: il bonus destinato ai lavoratori dipendenti impatta soprattutto sulle retribuzioni tra 26.600 e 35mila euro. Molti si ritroveranno dall’oggi al domani 100 euro netti in più A conti fatti sono gli impiegati e gli operai a beneficiare...
  • Napoli, Università e Mezzogiorno: convegno con il ministro Manfredi - CorriereUniv.it

    “Università, Ricerca e Mezzogiorno: quale futuro per i giovani”: è il titolo del convegno in programma a Napoli lunedì 27 gennaio, alle ore 17, nella sede dell`Unione industriali (Piazza dei Martiri, 58), in cui ricercatori, medici e vertici di diversi atenei campani – alla presenza del presidente del Cnr, Massimo Inguscio, e del neo-ministro dell`...
  • Maniaco delle università Roma Tre e La Sapienza, arrestato 23enne - CorriereUniv.it

    Il molestatore avvicinava le studentesse spacciandosi per un grande chef in cerca di personale, poi dava vita alle molestie telefoniche e sessuali Finisce l’incubo delle studentesse universitarie romane. I carabinieri hanno infatti dato un nome ed un volto al maniaco delle università. Si tratta di un 23enne domiciliato a Roma ed è stato a...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner o cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.