Università: borse di studio e di ricerca Ermenegildo Zegna founder's sholarship - CorriereUniv.it

L’Università di Padova in collaborazione con il gruppo Zegna ogni anno mette a disposizione borse di studio per consentire a un numero ristretto di candidati eccezionalmente promettenti di intraprendere un percorso di specializzazione post-laurea o di ricerca all’estero – “Borsa Zegna”. Le iniziativeIl programma è stato ideato per onorare la memoria del fondatore del Gruppo Zegna, Ermenegildo Zegna (1892-1966), le sue iniziative, i suoi traguardi e i valori che ha trasmesso. Viene data priorità a giovani donne e uomini che abbiano un autentico potenziale per diventare leader nel loro settore e un sincero interesse a ritornare in Italia per dare un contributo positivo alla società italiana a seguito del completamento dei loro soggiorni all’estero. Nella fase di preselezione da parte dell’Università, la commissione, composta dalla Prorettrice alla formazione post lauream e i Presidenti delle Scuole di Medicina e Chirurgia, di Ingegneria e di Scienze, valuterà il merito degli studi dei candidati e la loro situazione economica. Una volta definite le migliori proposte di ricerca è previsto un colloquio in lingua inglese che avrà come oggetto il programma che il candidato intende svolgere all’estero, in particolare le possibili ricadute della ricerca proposta nella società italiana. Quindi l’Ateneo segnalerà fino a sei candidati particolarmente meritevoli e motivati alla Commissione di Selezione Ermenegildo Zegna. La commissione Zegna valuterà i candidati in base al potenziale di innovazione e/o di leadership (per es. in ambiti associativi e/o filantropici) durante lo studio e nelle attività extrascolastiche, i voti in tutti i loro programmi di studi, come intendano svolgere i loro programma di specializzazione all’estero in un istituto altamente selettivo e di indiscutibile eccellenza, come prevedano di acquisire, tramite il loro soggiorno all’estero, esperienze e formazioni utili per il nostro Paese e attualmente non ottenibili in istituti italiani e come desiderino, al loro ritorno in Italia, contribuire allo sviluppo del nostro Paese, eventualmente anche come imprenditori. Le borse di studioA tutti gli ammessi verrà concessa una borsa minima di 5mila euro, le borse potranno essere concesse per un massimo di tre anni, ma anche per un programma con durata di pochi mesi. Per accedere alle borse bisogna essere laureandi in uno dei corsi di Laurea Magistrale o Magistrale a ciclo unico afferenti alle Scuole di Medicina e Chirurgia, Ingegneria e Scienze, con una media degli esami di almeno 28/30, oppure, se laureati in uno dei corsi di Laurea Magistrale o Magistrale a ciclo unico afferenti alle medesime Scuole, aver ottenuto una votazione finale non inferiore a 110/110. Non solo, oltre a sostenere giovani eccellenze nel loro percorso di studi o di ricerca, l’iniziativa si prefigge come obiettivo quello di non aggravare il fenomeno della “fuga dei cervelli” dall’Italia. Al fine di incentivare il ritorno dei borsisti in Italia, la Commissione Zegna chiederà loro di rimborsare l’importo della borsa qualora non rientrassero entro la data limite di 5 anni dopo il completamento del loro programma all’estero, e di rimanervi per almeno tre anni per ogni anno trascorso all’estero finanziato dalla Commissione Zegna. La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata entro il 16 marzo 2020 attraverso la piattaforma Moodle dedicata (https://elearning.unipd.it/ufficiserviziapplicazioni – Area Didattica e Servizi agli studenti – Ufficio Servizi agli studenti – Settore benefici economici – Premi di studio per laureati). Il bando di concorso è disponibile all’indirizzo: www.unipd.it/borse-premi-studio-laureati.   padovaoggi

Read more http://feedproxy.google.com/~r/CorriereUniversita/~3/cTDkxPOT9ks/

  • Nella scuola digitale i robot entrano in classe - CorriereUniv.it

    Carpi ha ospitato la sessione provinciale del Premio Scuola Digitale organizzata dal Liceo Fanti. La competizione tra scuole è stata vinta dagli studenti del Marconi di Castelfranco e del Galilei di Mirandola. Mister robot dell’Istituto Comprensivo Marconi di Castelfranco Emilia e Studente Remoto dell’Istituto Galilei di Mirandola sono i vincitori...
  • La caccia? Insegniamola a scuola - CorriereUniv.it

    Sinergia didattica fra una consigliera in Regione Lombardia per Fratelli d’Italia e l’assessora all’Istruzione e al Lavoro della Regione Veneto, Donazzan, che ha formulato la proposta di insegnare la caccia a scuola: “L’arte venatoria insegnata a scuola porterebbe ad un’interdisciplinarietà delle materie, ad un collegamento tra scienze, botanica, a...
  • India, le studentesse se hanno il ciclo non entrano a scuola - CorriereUniv.it

    68 ragazze di una scuola superiore gestita dalla setta induista Swaminarayan, nello stato di Gujarat, sono state portate con la forza nei bagni del collegio e costrette a togliersi gli slip per dimostrare di non avere il ciclo che in alcune aree dell’ India è considerato un tabù e un peccato. Violato il regolamento della scuola Le studentesse, sec...
  • Accordo di collaborazione tra Università di Perugia e Onaosi - CorriereUniv.it

    Collaborazione stretta tra il Collegio universitario La Sapienza Vecchia di Perugia – fiore all’occhiello della Fondazione Opera Nazionale Assistenza Orfani Sanitari Italiani Onaosi – e l’ l’Università degli Studi di Perugia: la struttura Onaosi- che entrerà nel gruppo dei 50 collegi di merito italiani – diventa punto di riferimento per formare i d...
  • Università: volete guadagnare bene? «Studiate matematica» - CorriereUniv.it

    Lo studio del Dipartimento per l’Educazione di Washington: è l’unica chance di fare carriera: economia e informatica sono le facoltà migliori Se non potete permettervi un’Università d’élite all’estero, se non volete partire, allora studiate matematica. Sarà una garanzia, non solo di trovare lavoro ma di trovarlo remunerativo e con possibilità di ca...
  • Zaki, l’Università di Bologna: mobilitazione finché non torna qui - CorriereUniv.it

    Il rettore a “Che tempo che fa”: la sua storia riguarda tutti noi “L’università si è mossa compatta, la comunità studentesca, i professori, il personale tecnico amministrativo, ci siamo mossi per star vicino a Patrick fin dal primo momento e rimarremo vicino a lui fin tanto che ritornerà a frequentare le nostre aule. Lui è un membr...
  • Scuola, firmato il decreto per le specializzazioni sul sostegno - CorriereUniv.it

    Azzolina: “Quasi 20mila posti disponibili, sostegno importante risorsa” ​​​​​​​Manfredi: “Impegno straordinario delle nostre università” Il Ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi, d’intesa con la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha firmato il decreto che autorizza l’avvio del quinto ciclo dei percorsi di formazione per...
  • XXV Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie- Palermo 21 marzo 2020 - CorriereUniv.it

    Il Ministero dell’Istruzione, in collaborazione con l’Associazione “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, promuove la partecipazione delle scuole di ogni ordine e grado alla venticinquesima “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”, riconosciuta...
  • L'appello di 200 accademici: "L'università soffoca, disintossichiamola"

    Il grido dei professori contro la burocrazia e criteri aziendali applicati alla formazione: "Ricerca e insegnamento da tempo non sono più liberi". Tra i firmatari: Tomaso Montanari, Marco Belpoliti, Alessando Dal Lago e Marco Revelli...
  • Scuola: i sindacati anticipano lo sciopero al 6 marzo

    La decisione di anticipare "è dettata dall'urgenza e dalla totale chiusura dimostrata dalla ministra Azzolina", fa sapere la Federazione Gilda-Unams. Al centro della protesta precariato, reclutamento e abilitazioni...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner o cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.