Coronavirus, pubblicato il decreto scuola in Gazzetta ufficiale. Azzolina: "Ora pensiamo a classi con meno studenti"

La scuola ai tempi del coronavirus. "L'organico della scuola resta invariato. Le cattedre non saranno toccate, non diminuiranno, nonostante la denatalità". La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, nel giorno della pubblicazione del decreto sulla scuola in Gazzetta ufficiale, scrive su Facebook: "Il decreto ci consentirà di lavorare nell'ottica della riduzione del numero di alunni per classe". Il decreto pubblicato oggi affronta anche  il problema delle valutazioni nella didattica online e stabilisce gli scenari degli esami a seconda che si torni o meno a scuola dopo il 18 maggio: tutti ammesi alla Maturità e alle classi successive, anche per chi ha debiti. Il sottosegretario all'istruzione, Giuseppe De Cristofaro, ricorda alla ministra che non ci sono le condizioni per fare i concorsi messi al bando nel Decreto scuola: "La situazione è inedita", dice, "dobbiamo fare un bagno di realismo: non siamo nella condizione di far svolgere i concorsi per assumere gli insegnanti. Ed è meglio non bandire concorsi che poi non si faranno. Dobbiamo immaginare da subito altre strade per immettere nella scuola nuovi docenti sin dal primo settembre".  Anche in questo momento di emergenza, Repubblica è al servizio dei suoi lettori. Per capire il mondo che cambia con notizie verificate, inchieste, dati aggiornati, senza mai nascondere niente ai cittadini Carlo Verdelli ABBONATI A REPUBBLICA Argomenti Scuola coronavirus lazio Protagonisti lucia azzolina di ILARIA VENTURI di ILARIA VENTURI di ILARIA VENTURI 104249115-b27ba9b9-ed7b-416c-9f5d-0a8e1a9d1898.jpg

Read more https://www.repubblica.it/scuola/2020/04/09/news/scuola_azzolina_coronavirus_decreto-253548166/?rss

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner o cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.