L'Italia è uno dei cinque migliori Paesi al mondo per la ricerca sul Covid

Saremo anche in difficoltà nella gestione della pandemia con la terza ondata e serve un'accelerazione sui vaccini come reclama in Europa il premier Mario Draghi. Ma intanto l'Italia incassa eccellenti risultati delle sue università nella ricerca: è riconosciuta come uno dei cinque migliori stati al mondo per la produzione scientifica relativa al Covid. È quanto emerge dalle classifiche degli analisti di QS Quacquarelli Symonds che forniscono un'analisi comparativa sulle prestazioni di 13.883 programmi universitari di 1440 università. I risultati sulla ricerca arrivano da Scopus, il database scientifico creato dalla casa editrice Elsevier e utilizzato da QS per calcolare la produzione di ricerca scientifica delle università. L'Italia è dietro a Stati Uniti, Cina e Regno Unito, davanti all'India. ''Essendo una delle prime nazioni ad essere esposta al coronavirus, l'Italia è stata in prima linea negli sforzi di ricerca che stanno consentendo all'umanità di comprendere, monitorare, prevenire e trattare questa minaccia unica", commenta Ben Sowter, vice-presidente della divisione Professional Services a QS. In particolare, aggiunge, "gli atenei italiani - classificati al quinto posto al mondo per Medicina - hanno dato prova delle loro conoscenze conducendo preziosi studi di ricerca sul sequenziamento delle varianti, raccogliendo dati, e sviluppando vaccini". QS rankings by subject: il primato della Sapienza L'undicesima edizione dei QS World University Rankings by Subject dà dunque ottime soddisfazioni al sistema universitario italiano con il primato riconquistato da La Sapienza che scavalca Oxford in Classic&Ancient history. "Questo brillante risultato si inserisce nel solco della tradizione di eccellenza nel campo degli studi classici del nostro ateneo, con corsi innovativi interamente in inglese, spazi per studiare tra statue e fregi decorativi nelle aree di lettura del Museo di Arte classica, ma anche operazioni culturali come quelle legate al Progetto Theatron in cui gli studenti adattano e mettono in scena i testi greci e latini" spiega la rettrice Antonella Polimeni. Nella classifica per materie, Sapienza ottiene complessivamente 21 posizionamenti tra le migliori 100 università a livello mondiale, collocandosi al 41° posto al mondo (primo in Italia) in Physics & Astronomy e al 71° al mondo (primo posto in Italia) per la Macroarea Natural Sciences. Università leader è il Politecnico di Milano, con sette dei suoi programmi classificati tra i migliori 50 al mondo. Le punte di diamante sono 'Arte e Design' (dove l'ateneo si aggiudica il quinto posto), ed 'Architettura' (decimo posto). Altra conquista è della Luiss che è tra i 50 migliori atenei al mondo per gli studi politici e internazionali, guadagnando ben 90 posizioni nell’area globale delle Scienze Sociali (tra le prime 5 in Italia). La Bocconi è la settima migliore università al mondo per gli studi di ‘Business & Management’, e si colloca al 14esimo posto per ‘Contabilità e Finanza’. Bologna è tra i primi 100 atenei a livello globale in 22 diverse discipline, una in più rispetto allo scorso anno. E tra queste, in quattro casi raggiunge la top 50 mondiale: Classics & Ancient History (20° posto), Dentistry (39° posto), Modern Languages (40° posto), Agriculture & Forestry (44° posto). QS rankings by subject: le discipline scientifiche in affanno Primati del sistema accademico. Ma non mancano le difficoltà. In totale, sei dipartimenti italiani raggiungono la top-10 globale - due in meno dell'anno scorso. Sul fronte degli studi umanistici nel complesso, otto delle 50 migliori istituzioni al mondo per lo studio di classici e storia antica sono italiane. Solo gli Stati Uniti hanno più università (12) nella top-50 in questa materia. Ma gli atenei italiani non hanno raggiunto gli stessi risultati nelle discipline tecnologiche o scientifiche. Due università italiane si collocano tra le prime 100 per gli studi di Medicina (Bologna e la Statale di Milano), mentre solo un'istituzione italiana figura fra le top 50 per Informatica (Politecnico di Milano, al 44mo posto). Nessuna università italiana appare tra le prime 50 per Scienze Biologiche, Chimica, Scienze Ambientali e Matematica. Insomma, su alcune aree come Scienze Ambientali e Informatica, specialmente negli indicatori "produzione scientifica" e "reputazione", c'è ancora da migliorare. "I risultati raggiunti dall'Italia quest'anno dimostrano che, oltre ad offrire un'istruzione di prim'ordine a livello mondiale in materie storicamente presenti nei curriculum universitari - non esiste destinazione migliore nell'Europa continentale per studenti appassionati di studi classici - le università italiane hanno saputo affrontare magistralmente anche le urgenti sfide contemporanee", la sintesi di Ben Sowter. Basandosi sul numero di programmi che si piazzano fra i primi venti nelle rispettive discipline, l'Italia è al dodicesimo posto come miglior sistema di 'educazione superior' al mondo. Nell'Europa Continentale viene superata solo dalla Germania (con 17 programmi nella top-20), i Paesi Bassi (con 27 programmi), e la Svizzera (con 40 programmi). Le classifiche, compilate dagli analisti globali dell'istruzione superiore QS forniscono un'analisi comparativa sulle prestazioni di 13.883 programmi universitari di 1440 università in 51 discipline accademiche e 5 Aree di Facoltà. QS rankings by subject: cala la fiducia dei datori di lavoro QS utilizza quattri indicatori per compilare le classifiche con alcuni correttivi. Ad esempio, la produzione di ricerca scientifica è considerato un indicatore di successo istituzionale più forte per la disciplina di “Medicina” - che dipende fortemente dalla diffusione della ricerca - rispetto alle “Arti dello Spettacolo” - disciplina di natura più professionale e vocazionale. Gli indicatori sono "Academic Reputation" (I punteggi si basano su oltre 94.000 risposte al sondaggio accademico di QS): "Employer Reputation" (informazioni offerte da oltre 44.000 responsabili delle assunzioni); "Citations per Paper"? (la distribuzione di 162 milioni di citazioni di ricerca derivanti da 22,5 milioni di articoli di ricerca, indicizzati dal database Scopus di Elsevier). Ed è sull'indicatore Employer Reputation che l'Italia peggiora. Quest'anno, oltre la metà dei programmi universitari italiani infatti è rimasta stabile nelle classifiche. Di quelli che hanno cambiato posizione, 121 sono scesi nel ranking, mentre 47 hanno migliorato la loro posizione. "Il motivo principale è la diminuzione della fiducia dei datori di lavoro nei laureati in Italia - spiega Ben Sowter - sono sempre meno propensi a nominare le università italiane come la loro migliore fonte di laureati altamente occupabili, rispetto ai loro concorrenti. Questo è attualmente il problema principale dell'Italia". 205236932-758e3628-62b2-46cc-850e-b03a81b55077.jpg

Read more https://www.repubblica.it/scuola/2021/03/03/news/l_italia_e_uno_dei_cinque_migliori_stati_al_mondo_per_la_ricerca_sul_covid_-290169082/?rss

  • record negativo di lezioni in presenza

    Più giorni in Didattica a Distanza di tutte le altre province d’Italia: questo è il triste primato che le studentesse e gli studenti delle superiori della provincia di Perugia si sono aggiudicati in questi giorni. La situazione è ancora più grave per i liceali che non hanno avuto la possibilità di tornare in classe per svolgere attività di la...
  • messaggio in tv agli studenti

    Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha inviato un videomessaggio alla trasmissione di Rai Gulp “La Banda dei Fuoriclasse”, un programma dedicato ai ragazzi e alle ragazze della scuola primaria e secondaria inferiore con lezioni e video di tutte le discipline per aiutare gli studenti con lezioni e video di tutte le...
  • Scuola, cancellati causa pandemia i test Invalsi per 500mila studenti del secondo superiore

    La decisione del ministro Bianchi. Va avanti invece la valutazione dei maturandi, l'hanno già fatta in 285mila. Ma il Consiglio superiore della pubblica istruzione chiede di verificare "se ci siano le condizioni" per far sostenere le prove ai ragazzi di elementari e medie. Salta......
  • Il Covid non ferma la corsa dei laureati in Ingegneria: super lavoro grazie al bonus 110%

    Sembra non esserci crisi per i laureati in Ingegneria. Nonostante l’emergenza sanitaria sia in atto ormai da più di un anno, con intere categorie professionali costrette a fermare le proprie attività o a limitarne pesantemente le potenzialità, per le figure professionali di ingegneria il presente e il futuro sembra essere sempre più roseo. A co...
  • Notte europea della geografia, oggi la quarta edizione

    Oggi si celebra la quarta edizione della Notte europea della geografia. L’evento è pensato per avvicinare studentesse e studenti, ma anche cittadini e cittadine ai temi della geografia e alle sue potenzialità scientifiche e formative.  Tante sono le iniziative delle scuole in tutta Italia e in contemporanea in altri Paesi europei: laboratori did...
  • Kardashian tra le giovani della classifica dei miliardari di Forbes

    Giovani, carine e miliardarie. Come ogni anno la rivista americana Forbes ha stilato la classifica dei personaggi più ricchi al mondo, tutti con stipendi severamente vietati ai comuni mortali. La novità della classifica del 2021 è sicuramente l’ascesa del ranking di tante giovani donne che per la prima volta insidiano uno dei primati che re...
  • “Athenathon”, la maratona delle Università a difesa di ambiente e clima

    “Athenathon”, la maratona social delle Università europee a difesa di ambiente e clima. Parte il nuovo progetto sposato anche da Unicusano: per un mese studenti e professori condivideranno sulla rete i chilometri fatti a nuoto, di corsa o in bicicletta per sensibilizzare sui temi dell’ecosostenibilità. Obiettivo: 11.000 km L’Europa universit...
  • Wikipedia della formazione, l'enciclopedia per la formazione a distanza

    NASCE LA WIKIPEDIA DELLA FORMAZIONE ON LINE. Formatori e trainer collegati da tutta Italia daranno vita alla prima enciclopedia digitale dedicata alla formazione a distanza. Venerdì 16 aprile ci sarà la “Digital Learning Un-Conference – The Playbook” evento on line con un centinaio di formatori e trainer collegati da tutta Italia. Il risultato d...
  • Registri elettronici sotto attacco, ma Axios garantisce: “I dati non andranno persi"

    La società che gestisce le piattaforme di circa 2.500 scuole italiane prende tempo. Gli esperti: “Istruzione sempre più nel mirino, occorre cultura della sicurezza”...
  • Scuola, il Ministro Patrizio Bianchi ha incontrato il Forum degli Studenti

    Il Ministro dell’Istruzione, Professor Patrizio Bianchi, ha incontrato oggi in videoconferenza il Forum degli Studenti. Durante il suo incontro con i rappresentanti delle ragazze e dei ragazzi delle scuole secondarie di II grado, il Ministro ha esposto priorità e linee guida della collaborazione tra il Ministero e il Forum e richiesto a st...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner o cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.