Vi trovate qui: Home

Menu Principale

KASABIAN :. VELOCIRAPTOR

Velocità , ritmo e una buona dose di aggressività  ecco a voi  "Velociraptor", con queste parole  è lo stesso chitarrista della band Serge Pizzorno a presentare al meglio il nuovo album targato Kasabian. Idee chiare, talento e tanta sfrontatezza hanno portato i Kasabian ad approdare verso... Leggi tutto...
Anna Calvi :. Anna Calvi

"Senza musica la vita sarebbe un errore", cosi recitava un tale di nome Friedrich Nietzsche. Poche battute della cantautrice italo-inglese Anna Calvi, sono sufficienti per darne ragione. Sfacciatamente talentuosa, si presenta al suo debutto con una ricercatezza stilistica e una personalità ... Leggi tutto...
Opshop :. Until The End Of Time

Stavolta la bussola si indirizza verso la Nuova Zelanda e più precisamente ad  Auckland, dove si formano artisticamente gli Opshop. Dopo una gavetta in patria di quasi sette anni, dove hanno raggiunto il triplo disco di platino grazie al precendente Second Hand Planet, gli Opshop sono pronti al... Leggi tutto...
L'"Headphonk" , concerto in cuffie

A cosa pensate al sentire pronunciare o nel vedere scritto la parola "Headphonk".Forse come me vi chiedereste che cosa si saranno inventati. Qualunque cosa abbiate pensato, state tranquilli non la è di sicuro: l'"Headphonk" è tutto tranne quello che effettivamente è.Chi potrebbe mai immaginare... Leggi tutto...
La prima cosa bella

Mentre la gente al botteghino si accalcava per accaparrarsi un ticket del fenomeno da baraccone supertecnologico Avatar, tra gente che strillava ed occhialini colorati svolazzanti da una sala all'altra, con estrema serenità  ci dirigiamo verso la più bella sorpresa di questo inizio 2010,... Leggi tutto...
Politica Alimentare: cos'è il Veganesimo e perché lo si sceglie

"I cibi si trasformano in sangue, il sangue in cuore e cervello, in materia di pensieri e di sentimenti. L'alimento umano è il fondamento della cultura e del sentimento. Se volete far migliorare il popolo in luogo di declamazioni contro il peccato, dategli un'alimentazione migliore, poichè l'uomo... Leggi tutto...
La bellezza nell’Arte

Che cos’è l’arte? La definizione del termine secondo un senso oggettivo, logico e condiviso, risulterebbe quasi impossibile dato il legame indissolubile che tale materia si ritrova ad avere con l’individuo ed alla sua percezione della realtà. Persino i più grandi filosofi assumono... Leggi tutto...
Una goccia che fa la differenza

“Il cambiamento climatico è un dato di fatto. E quando i figli dei nostri figli ci guarderanno negli occhi e ci chiederanno se abbiamo fatto tutto quello che potevamo per lasciare loro un mondo più sicuro e più stabile, con nuove risorse energetiche, voglio poter dire: sì, lo abbiamo... Leggi tutto...
Alan Eustace, un Vicepresidente “Stratosferico”

”Splendido, bellissimo. Puoi vedere l'oscurità dello spazio e gli strati dell'atmosfera, una cosa che mai avevo visto prima”.Sono questi i termini attraverso i quali il vicepresidente senior del dipartimento della conoscenza (“Knowledge department”) di Google, Alan Eustace, ha descritto... Leggi tutto...
Le donne nella Storia: Maria Montessori (1870-1952)

MONTESSORI, Maria. – Gli italiani la conoscono come una signora dall'aria materna e rassicurante che ha capeggiato a lungo sui biglietti da mille lire, unica donna effigiata sulle nostre banconote, ma nella vita è stata una donna trasgressiva ed inquieta, tanto che, quando le veniva chiesto di... Leggi tutto...
Satira 10.2

"Mattarellum"

Le 10 curiosità di Leo

1. In Nuova Zelanda un gruppo di ricercatori ha affermato che fare troppi “Selfie” fa cancellare i ricordi nella testa della gente.

2. Non puoi dire ‘mmmmm’ per più di 7 secondi con il naso tappato.

3. Non puoi piegare un foglio per più di 7 volte.

4. Ogni... Leggi tutto...

Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Ricerca

Ancona città universitaria

Ancona città, Ancona universitaria, Ancona città universitaria; solo una delle tre affermazioni risulta non del tutto vera. Ma quale? Beh, è facile capirlo!In molti si sono accorti che questa città, a dispetto delle grandi potenzialità, in quanto geograficamente circondata dal mare e nel... Leggi tutto...
S.O.S Esame di Stato

Tra la fine del percorso formativo e l'immissione nel mondo del lavoro (tanto atteso e sognato durante gli anni universitari) si colloca un ultimo ostacolo normativo: l’Esame di Stato.Si tratta di un passaggio, quasi un rito iniziatico che attesta l’adeguatezza dell’individuo nello svolgere... Leggi tutto...
Studenti: a ognuno il suo tempo

“In Italia è molto semplice per gli studenti ripetere più volte un esame universitario finché non lo passano, magari con un buon voto. Ma tutto ciò ha costi alti. Per gli stessi studenti perché si allunga il percorso di studio. Per i docenti che all’esamificio devono dedicare tempo e... Leggi tutto...
UNIVPM: disagio segreteria

Ci si aspetta che i luoghi di incontro tra studenti universitari siano il bar o il giardino dell'Ateneo. Un luogo sempre più affollato, invece, sta diventando la segreteria studenti della Politecnica delle Marche (facoltà di scienze-ingegneria). Raggruppamenti di circa 60 studenti, costretti a... Leggi tutto...
Il problema del parcheggio

“…..si ci vediamo sotto casa, parcheggia lì davanti”,   “…aspettami là, parcheggia in fondo alla stradina”, “….devi andare lì sulla parallela alla via principale, ma devi parcheggiare prima e poi proseguire a piedi”. Chissà quante volte abbiamo sentito frasi di questo genere... Leggi tutto...
Legittima difesa: diritto di ogni cittadino

È un tema attuale quello che dovrebbe essere il diritto di ogni cittadino, ovvero la legittima difesa. Vogliamo ora analizzare la situazione nel nostro Paese confrontandola con due diverse realtà: gli Stati Uniti e la Francia. Innanzitutto bisogna fare la distinzione tra un aggressione che... Leggi tutto...
Un’immigrazione possibile?

Uno degli avvenimenti che sta segnando l’ultimo ventennio è il fenomeno dell’immigrazione clandestina. Nei telegiornali non si fa altro che parlare delle stragi che avvengono nei nostri mari, senza parlare dei disagi che arrecano questi innumerevoli sbarchi.Siamo arrivati ad una situazione in... Leggi tutto...
WENSTMINSTER, ANCHE TU!

22 Marzo 2017: ennesimo, famoso e fatidico “suv contro la folla”. Oramai, mi verrebbe da dire: “tanta incertezza mina  sicurezza e quiete di ogni cittadino mondiale”.Nizza, Berlino, vari e adesso Londra, con Westminster: disastro di incoscienza ! La giustificazione dell’apatia culturale... Leggi tutto...
Incubo Disoccupazione Giovanile

Secondo gli ultimi aggiornamenti dell’ISTAT il tasso di disoccupazione giovanile è salito al 40% raggiungendo cosi il livello più alto a partire da ottobre 2015. Lo rileva quest’organo di statistica nelle sue misurazioni sul mese di novembre 2016, dalle quali emerge che nella fascia di età... Leggi tutto...
Eutanasia, contestualizzazione del verbo “vivere”

Dj Fabo è l’ultimo caso di “fine vita” che torna a far parlare con prepotenza di eutanasia, il dubbio amletico di William Shakespeare “essere o non essere” si evolve in una problematica socio-legislativa, “non vivere o morire?”.Sulla tematica del “fine vita” si fa ancora molta... Leggi tutto...

Chi è online

 2 visitatori online

Visite totali:9884
Dal:2009-11-07
Il Sassolino - ACU Università Europea
Editoriale 12.2 PDF Stampa E-mail
Scritto da Caporedattore   
Martedì 04 Luglio 2017 06:12

Apriamo, questa nuova uscita del nostro giornalino, incrociando la situazione attuale della nostra amata Italia, con le convenzioni fatte dall’Università Politecnica delle Marche con il Camerun.
Vogliamo proporre questo confronto, per dire, quanto il nostro Ateneo sia in linea con le disastrose scelte operative, in materia di accoglienza, del Governo Italiano.
Come in Italia, si è deciso, anche all’interno del nostro Ateneo di dare maggiore valore agli extracomunitari rispetto ai nostri connazionali. Si perché il nostro Ateneo ha deciso di copiare integralmente dal nostro Governo e dare accoglienza, a tutti (che in se non è una brutta azione),  senza ricordarsi mai dei nostri tanti connazionali, che versano in condizioni disastrose per poter sia studiare che vivere,  quotidianamente.
Purtroppo siamo alle solite, se dovessimo alzare la testa con l’Europa e il mondo, ci verrebbe detto che saremmo razzisti, se tacessimo, come nella fattispecie stiamo facendo, ci rimetteremmo l’osso del collo, sempre e solo noi che viviamo, amiamo e paghiamo le scelte improponibili di chi ci Governa, sia in Parlamento che in un Ateneo universitario. Quindi, qui, secondo noi, il vero razzismo è fatto a scapito degli italiani e non viceversa.
Questa ulteriore decisione del nostro Ateneo di accogliere indiscriminatamente queste persone, attraverso queste convenzioni, fa si, che ancora una volta noi italiani siamo relegati di fatto ai posti di coda, di coloro che subiscono e basta questi piccoli ma continui soprusi.
Vorremmo che ogni tanto i nostri connazionali, italiani,  tornassero al posto che meritano, quello della considerazione piena. Concludiamo dicendo con una sola frase, che mai come in questo caso risulta essere più vera: chi va con lo zoppo impara a zoppicare ahi noi! In tutto ciò viva l’ITALIA.

LA REDAZIONE

Ultimo aggiornamento Martedì 04 Luglio 2017 06:24
 
Legittima difesa: diritto di ogni cittadino PDF Stampa E-mail
Scritto da Caporedattore   
Martedì 04 Luglio 2017 06:10

È un tema attuale quello che dovrebbe essere il diritto di ogni cittadino, ovvero la legittima difesa. Vogliamo ora analizzare la situazione nel nostro Paese confrontandola con due diverse realtà: gli Stati Uniti e la Francia. Innanzitutto bisogna fare la distinzione tra un aggressione che avviene in un luogo pubblico o in un’abitazione: negli Stati Uniti si applica la cosiddetta “Castle Doctrine”, espressione che deriva dalla common law inglese e dalla frase: “La casa di un inglese è il suo castello”. In poche parole, la “Castle Doctrine” assicura ai cittadini americani il diritto di difendere se stessi e gli altri all’interno della propria casa con l’utilizzo della forza.

 
S.O.S Esame di Stato PDF Stampa E-mail
Scritto da Caporedattore   
Martedì 04 Luglio 2017 06:08

Tra la fine del percorso formativo e l'immissione nel mondo del lavoro (tanto atteso e sognato durante gli anni universitari) si colloca un ultimo ostacolo normativo: l’Esame di Stato.
Si tratta di un passaggio, quasi un rito iniziatico che attesta l’adeguatezza dell’individuo nello svolgere la professione. L’Esame di Stato è la tappa fondamentale per l’iscrizione all’albo e all’ordine, senza alternative costringe a riprendere in mano i libri e rimettersi a studiare per sostenere nuovi esami, scritti ed orali. Dopo il percorso formativo universitario che termina con la stesura della tesi, l’Esame di Stato può sembrare un’attività ripetitiva e banale che spesso rappresenta un ulteriore ostacolo per l’ingresso nel mondo del lavoro e per esercitare la libera professione. Di fatto, forse, l’Esame di Stato è uno dei modi con cui “la professione” cerca di garantire e tutelare se stessa, i committenti ed i potenziali utenti. Tra l’università e l’immissione nel mondo del lavoro c’è una zona grigia legata soprattutto alla costruzione di un’identità professionale che non è fatta solamente di studio e di teoria.

 
UNIVPM: disagio segreteria PDF Stampa E-mail
Scritto da Caporedattore   
Martedì 04 Luglio 2017 06:02

Ci si aspetta che i luoghi di incontro tra studenti universitari siano il bar o il giardino dell'Ateneo. Un luogo sempre più affollato, invece, sta diventando la segreteria studenti della Politecnica delle Marche (facoltà di scienze-ingegneria).
Raggruppamenti di circa 60 studenti, costretti a strattonarsi e correre lesti ore prima dell’apertura degli sportelli per poter consegnare documenti o anche semplicemente per chiedere lecite informazioni.
La motivazione di questo disagio è molto semplice: l'orario di apertura, per un’intera settimana, è di sole 4 ore e 30 minuti.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 04 Luglio 2017 06:24
 
La necessità del numero chiuso PDF Stampa E-mail
Scritto da Caporedattore   
Martedì 04 Luglio 2017 05:59

E' degli ultimi giorni la notizia che il tanto paventato "numero chiuso" a partire da quest'anno interesserà non solo Facoltà prettamente scientifiche ma sarà introdotto anche nelle facoltà umanistiche.
Pioniera in questo settore è stata l’ Università Statale di Milano che ha deliberato l'applicazione del numero chiuso per le facoltà di filosofia e storia ma siamo sicuri che altri emuli fioriranno nei prossimi anni, segno inconfondibile del declino dell'Università Italiana.

 
Contamination Lab: contaminazione e innovazione PDF Stampa E-mail
Scritto da Caporedattore   
Martedì 04 Luglio 2017 05:53

Il Contamination Lab Italia è un progetto a livello nazionale finanziato dal Miur(ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca). Tale progetto prevede il coinvolgimento di studenti, dottorandi e docenti appartenenti a discipline afferenti sia alle scienze umane, sia alle scienze naturali e applicate. Gli atenei italiani posso partecipare al progetto partecipando a un bando annuale per l’assegnazione dei fondi.

L’UNIVPM prende parte al progetto dal 2014, consentendo, ogni anno, di partecipare al CLab fino ad un massimo di 50 ragazzi. Per entrare a far parte del Contamination Lab è necessario presentare domanda sul sito clab.univpm.it . Il progetto ha una durata variabile da 6 a 12 mesi, nel corso dei quali sono previsti una serie di attività e incontri durante i quali vengono promossi il lavoro in team, le attitudini imprenditoriali, l’innovazione e la contaminazione, punto focale del progetto.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 04 Luglio 2017 06:23
 
Un’immigrazione possibile? PDF Stampa E-mail
Scritto da Caporedattore   
Venerdì 05 Maggio 2017 10:18

Uno degli avvenimenti che sta segnando l’ultimo ventennio è il fenomeno dell’immigrazione clandestina. Nei telegiornali non si fa altro che parlare delle stragi che avvengono nei nostri mari, senza parlare dei disagi che arrecano questi innumerevoli sbarchi.
Siamo arrivati ad una situazione in cui la gente ha paura.
La paura forse non è la più nobile delle attitudini, ma non è una colpa. Non va alimentata e usata ma non va neppure negata e rimossa, come fa la sinistra e anche una parte del mondo cattolico. La paura si vince rimuovendone le cause.

Ultimo aggiornamento Venerdì 05 Maggio 2017 10:26
 
Ancona città universitaria PDF Stampa E-mail
Scritto da Caporedattore   
Martedì 04 Luglio 2017 06:09

Ancona città, Ancona universitaria, Ancona città universitaria; solo una delle tre affermazioni risulta non del tutto vera. Ma quale? Beh, è facile capirlo!
In molti si sono accorti che questa città, a dispetto delle grandi potenzialità, in quanto geograficamente circondata dal mare e nel centro Italia, non è affatto considerabile come una città universitaria, nonostante il suo bacino di studenti comprenda tre regioni se non di più. Accoglie circa 6000 studenti, un “paesotto” di ragazzi con età compresa tra i 19 e i 27 anni che vivono in questo capoluogo di regione; ma qual è il problema allora? Perché molti degli studenti che risiedono ad Ancona si lamentano del fatto che questa città non faccia nulla per aiutarli a vivere da tali? In effetti, non hanno tutti i torti.

 
Studenti: a ognuno il suo tempo PDF Stampa E-mail
Scritto da Caporedattore   
Martedì 04 Luglio 2017 06:04

“In Italia è molto semplice per gli studenti ripetere più volte un esame universitario finché non lo passano, magari con un buon voto. Ma tutto ciò ha costi alti. Per gli stessi studenti perché si allunga il percorso di studio. Per i docenti che all’esamificio devono dedicare tempo e risorse. E alla fine, poi, si toglie ogni contenuto informativo al voto di laurea. La soluzione è una riduzione drastica degli appelli. Ma potrebbe funzionare anche un innalzamento delle tasse per i “ripetenti” e i fuoricorso.”

 

Ultimo aggiornamento Martedì 04 Luglio 2017 06:24
 
Il problema del parcheggio PDF Stampa E-mail
Scritto da Caporedattore   
Martedì 04 Luglio 2017 06:01

“…..si ci vediamo sotto casa, parcheggia lì davanti”,   “…aspettami là, parcheggia in fondo alla stradina”, “….devi andare lì sulla parallela alla via principale, ma devi parcheggiare prima e poi proseguire a piedi”. Chissà quante volte abbiamo sentito frasi di questo genere e quante altre volte siamo stati proprio noi a pronunciarle, sempre a sottolineare quella che è una necessità ormai, quasi quanto il mezzo di trasporto stesso, ovvero il “parcheggio”.

 
Politica Alimentare: cos'è il Veganesimo e perché lo si sceglie PDF Stampa E-mail
Scritto da Caporedattore   
Martedì 04 Luglio 2017 05:57

"I cibi si trasformano in sangue, il sangue in cuore e cervello, in materia di pensieri e di sentimenti. L'alimento umano è il fondamento della cultura e del sentimento. Se volete far migliorare il popolo in luogo di declamazioni contro il peccato, dategli un'alimentazione migliore, poichè l'uomo è ciò che mangia"
La teoria degli alimenti, ideata dal filosofo Feuerbach, descrive l'importanza dell'alimentazione per l'uomo, in quanto, a suo parere, l'uomo è essenzialmente ciò che mangia, ciò di cui giornalmente si nutre.
Scegliendo cosa avere nel piatto ogni giorno, l'uomo compie un'opera di politica e di potere grandissima.

Ultimo aggiornamento Martedì 04 Luglio 2017 06:15
 
EDITORIALE 12.1 PDF Stampa E-mail
Scritto da Caporedattore   
Venerdì 05 Maggio 2017 10:20

Siamo nuovamente qui a far sentire la nostra voce attraverso un altro numero del nostro “IL SASSOLINO”. Cari lettori e lettrici oggi vogliamo parlarvi del nostro Ateneo e dei suoi modi di rapportarsi, con la dovuta lentezza a tutti noi studenti. Come al solito anche quest’anno l’inaugurazione  dell’Anno Accademico arriva con tantissimo ritardo rispetto a tutto il resto degli Atenei. Ci domandiamo che senso abbia inaugurare qualcosa che oramai sta per terminare? Come mai Ancona non riesce a rispettare questi tempi?
Il nostro Ateneo comunque non riesce proprio a rispettare i tempi stabiliti su tante procedure: vedasi il bando attività culturali più recente  oppure la domanda per il bando part time di qualche annetto fa.
Questi fatti appena citati ci portano, oltre a porci le solite domande di rito: come mai? Perché? Forse gli studenti sono messi in secondo piano? ecc. ecc., ad una considerazione forse troppo semplice, ovvero che nei piani alti del nostro Ateneo, dove si prendono le decisioni che contano, si pensi più alle apparenze che alla concretezza.
Questa situazione, francamente, come studenti ancor prima che come Associazione Studentesca, ci rammarica.
E non poco.

LA REDAZIONE

Ultimo aggiornamento Mercoledì 24 Maggio 2017 18:54
 
WENSTMINSTER, ANCHE TU! PDF Stampa E-mail
Scritto da Caporedattore   
Venerdì 05 Maggio 2017 10:16

22 Marzo 2017: ennesimo, famoso e fatidico “suv contro la folla”. Oramai, mi verrebbe da dire: “tanta incertezza mina  sicurezza e quiete di ogni cittadino mondiale”.
Nizza, Berlino, vari e adesso Londra, con Westminster: disastro di incoscienza ! La giustificazione dell’apatia culturale di queste persone (animali per dirla in breve) sembra essere la difesa della propria religione, del proprio credo, la stessa che, discussa in presenza di un qualsivoglia individuo maturo, muore direttamente sul nascere.

Ultimo aggiornamento Venerdì 05 Maggio 2017 10:27
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL