QUALCHE SASSOLINO Stampa
Scritto da Caporedattore   
Domenica 08 Maggio 2016 18:37

Università Europea-Destra Universitaria con questo articolo vuole esprimere il proprio parere su alcune tematiche care agli studenti, da anni in discussione ma ancora lontane da una soluzione.
Lo studente viene raggirato continuamente da chi dice che sta lavorano assiduamente. Può essere anche vero ma sebbene l’assiduità talvolta ci sia effettivamente, risultati non sono mai quelli proposti oppure quelli auspicati nei volantini.
Il caso più eclatante sono le fasce di attribuzione della tassa personalizzata. Sono anni che vi riempiono la testa sull’ eliminare le fasce e far sì che realmente ognuno di noi abbia la tassa che merita. Voi avete visto qualche cambiamento negli ultimi anni? Chi vi scrive ha solo notato come (anche) quest’anno il valore dell’ISEE sia salito vertiginosamente e in maniera indiscriminata (e di conseguenza la tassa personalizzata è aumentata) chiaro segnale che chi ha le chiavi delle decisioni studentesche non sia riuscito per l’ennesima volta a cambiare le carte in tavola.
Questione trasporti: altra bufala che tutti stiamo bevendo. Sembrerebbe che le maggiori forze studentesche siano continuamente in lotta per mantenere i prezzi invariati ma come potete notare ciò non accade. Il costo dei biglietti aumenta sempre, e prima o poi vedrete che aumenteranno anche gli abbonamenti. Se attualmente si riesce a mantenere un prezzo agevolato  non è per “bona gratia” o interesse vero, ma solo grazie ai finanziamenti che l’Università concede (con le nostre tasse che aumentano). Ma quanto potrà durare? E poi la qualità del servizio è in netto peggioramento e  questo va in controtendenza con l’aumento dei prezzi (ce ne occupiamo in un altro articolo).
Vogliamo poi parlare della tanto acclamata Ancona Città Universitaria ? Beh intanto è un progetto che al momento, considerando anche le mille miopie dell’attuale Amministrazione Comunale non ha mai veramente decollato ed ora vola “terra terra” nonostante gli innumerevoli anni spesi per portare avanti l’idea. Attualmente, diciamo pure, tutto quello che c’è di “universitario” in Ancona ruota attorno a gruppi di ragazzi che in proprio, e rischiando tempo e denaro, propongono serate ed eventi universitari nelle varie location anconetane.
In ultimo proprio per farvi l’idea di come è facile rubare, ma come sia molto difficile inventare da zero, vogliamo parlare dei libricini spacciati come “kit””? Tutto sommato un furto legalizzato dal solo fatto che chi vi scrive non lo aveva “brevettato” 10 ani fa. Università Europea ha per prima ideato e realizzato una “guida”, la ha portata avanti per sette anni, senza alcun fondo (e continua perché siamo alla 10 edizione) ma poi complici finanziamenti piovuti dall’alto, si è messa in scena una prima edizione di una copia spudorata della nostra “Guida dello Studente” con la scusa che la concorrenza migliora .
Potremmo annoiarvi ancora con altri esempi, preferiamo però lasciarvi con una riflessione. State attenti a chi parla molto ma produce pochi fatti, spesso del tutto insignificanti ma ben pubblicizzati. Soprattutto quando idee originali o campagne ideate in sede associativa o all’interno degli Organi Studenteschi con il contributo di tutte le associazioni, poi vengono rivendicate spudoratamente solamente da alcuni.

M.M.

 
Altri Articoli :
» Interesting Automotive: La Tecnica della Sovralimentazione
» Rappresentanze: solo perdite di tempo?
» Sciopero docenti: ha veramente senso?
» UnivPM: discarica a cielo aperto?
» Ancona città universitaria